Ottimizzazione SEO di una pagina web

Ottimizzazione SEO

Come iniziare l’ottimizzazione SEO di una pagina web per il proprio sito

Tra gli elementi più importanti per migliorare la posizione del proprio sito web sui motori di ricerca c’è senz’altro l’ottimizzazione SEO, ovvero tutti quegli accorgimenti fatti alla parte interna del sito, struttura, testi, link, etc…che servono da base di partenza per una corretta strategia SEO.

Gli elementi principali da cui partire per l’ottimizzazione seo di una pagina web sono:

  1. l’URL: ovvero l’indirizzo che si trova nella barra del browser e che deve immediatamente far capire i contenuti della pagina web es. https://www.sitoweb.it/contenuto…

2.  il TAG TITLE: il testo che si trova in alto sulla barra del browser e che Google mostra nei risultati di ricerca, inserite la vostra parola chiave, es. addestramento cani oppure per le strategie di Local SEO, addestramento cani Roma, quindi indicando la città in cui svolgete la vostra attività.

3.  il META DESCRIPTION: il testo che Google mostra subito dopo il TITLE nei risultati di ricerca e che serve a Google per capire di cosa parla la pagina web

4. H1 / H2  Inserite all’interno della pagina la vostra parola chiave principale in maniera naturale sia nell’ H1 che nell’ H2 seguendo questo schema:

<H1>Parola chiave all’inizio del Titolo 1 + testo naturale</H1> ( in WordPress coincide con il titolo che data alla pagina )
<H2>Testo descrittivo + Parola chiave alla fine del Titolo 2 </H2>

5. TESTO scrivere un testo descrittivo, originale, quindi non copiatelo da altri siti web, dove parlate del vostro argomento principale, pensate sempre ai lettori e non ai motori di ricerca, scrivete in maniera naturale e mettete in grassetto la parola chiave principale della vostra pagina

6. IMMAGINI E VIDEO inserire all’interno della vostra pagina delle immagini e/o dei video, cosa importante prima di caricare l’immagine sul sito rinominate il file con la parola chiave e inseritela anche nell’ attributo ALT dell’imagine stessa, per quanto riguarda i video vi suggerisco un’altro articolo che ho scritto per migliorare l’ottimizzazione SEO di un video YouTube

7. LINK INTERNI  inserite un link con anchor text la parola chiave esatta che punta verso le pagine principali del sito, magari quelle che avete sul MENU di navigazione, NON ESAGERATE, 1 link o 2  per ogni pagina

 

A cosa serve l’ottimizzazione SEO di una pagina web?

L’ottimizzazione SEO di una pagina web serve a far capire ai motori di ricerca di cosa parla, la cosa importante è avere ben chiaro di cosa parlare e come impostare il contenuto della pagina web.

Focalizzatevi su una sola parola chiave, è inutile inserirne decine, inseritela nel TITLE, nella DESCRIPTION e nella URL e poi nel testo SENZA ESAGERARE, scrivete in maniera naturale, fatelo per i vostri lettori e non per i motori di ricerca, questo vi aiuterà nel posizionamento del vostro sito web.

 

Ottimizzazione SEO per WordPress

Se utilizzate WorPress sul vostro sito web per realizzare al meglio l’ ottimizzazione SEO esistono 2 plugin che posso aiutarvi in tal senso:

All in SEO Pack

Yoast SEO  attenti però al semaforo rosso di Yoast SEO

 

Il semaforo rosso di Yoast SEO si o no?

Volevo scrivere un articolo sui dubbi e le incertezze che il famigerato semaforo rosso di Yoast SEO sta inculcando nella mente delle persone che vogliono migliorare l’ottimizzazione SEO del loro blog o sito web, poi però ho deciso di condividere questo video di Giorgio Taverniti, un pò per non scrivere l’ennesimo articolo sull’argomento, un pò perchè non avrei trovato parole migliori delle sue per parlarne….Buona visione!!!!

 

ATTENZIONE!!! Solo questi accorgimenti in ottica SEO sulle pagine del sito web spesso non sono sufficienti da soli a migliorare in maniera sostanziale la posizione del sito su Google, soprattutto quando il settore è molto competitivo e la parola chiave è molto utilizzata e ricercata dagli utenti, per questo esistono altre tecniche indicate con il termine SEO off Page che si attuano al di fuori del sito web. Tali tecniche sono anche conosciute con il nome di link building e link earning e hanno l’obiettivo di far ricevere al sito web dei link da altri siti, blog etc…esterni perchè senza ombra di dubbio il link verso un sito web è uno dei parametri più importanti per Google per valutare un sito web, ma ATTENZIONE, Google vuole link di qualità, da siti ritenuti attendibili e a tema con l’argomento trattato ovvero ricevere un link da un sito di cucina non serve a nulla se il vostro sito parla di cartucce per stampanti.

 

Come la ricerca vocale di Google cambia la SEO?

Chi di noi non ha pronunciato almeno una volta queste parole verso il suo smartphone: “OK Google” effettuando una ricerca vocale su Google, io stesso la uso quasi tutti i giorni, perché fare una ricerca su Google con la voce è molto più facile e veloce che scriverla.

Sicuramente per chi si occupa di SEO o di content marketing la ricerca vocale su Google rappresenta un passaggio molto importante da osservare bene perché può cambiare il modo di scrivere contenuti sul nostro sito web o blog e modificare il modo di fare ottimizzazione SEO per le pagine e gli articoli del nostro sito/blog.

La differenza tra la ricerca vocale e la ricerca tradizionale, per intenderci quella fatta seduti davanti al computer nella search bar di Google e che la prima viene fatta con un linguaggio più naturale, con query molto lunghe e per avere risposte immediate, mentre la seconda per approfondire su un argomento che può avere diverse risposte e punti di vista, per questo Google in molti risultati fatti con le ricerca vocale non da molta importanza alla parola chiave singola ma piuttosto attribuisce un valore ad un determinato risultato che può rispondere meglio all’intento di ricerca.

In un articolo su www.searchenginejournal.com John Mueller ci da delle indicazioni su come affrontare l’ottimizzazione SEO per la ricerca vocale su Google, sottolineando l’importanza di:

  • scrivere in maniera semplice come se si stesse parlando in una conversazione
  • scrivere soprattutto per chi legge senza cercare di sovra ottimizzare il testo
  • migliorare la leggibilità del testo utilizzando un linguaggio fluido e naturale
  • utilizzare meglio i dati strutturati in maniera più specifica e dettagliata

 

Condividi questo post

Commento (1)

  • Link Building: Cos’è e come si fa? Tecniche e strategie – Angelo De Lauso| giugno 6, 2017

    […] spesso le sole tecniche di SEO ON PAGE non sono sufficienti per posizionare un sito web nelle prime pagine di Google, c’è infatti un […]

  • Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *