Come si scrive un articolo ottimizzato SEO

articoli ottimizzati seo

Perché sul vostro blog dovete avere degli articoli ottimizzati SEO

Avere un blog sul vostro sito web può aiutarvi a posizionare il sito su Google in maniera più veloce e diversificata, scrivendo degli articoli di approfondimento sul vostro settore, i vostri prodotti o servizi oppure dando per esempio dei consigli sulle diverse modalità di utilizzo.

Quindi, non solo le pagine del vostro sito web ma anche gli articoli del vostro blog devono avere una SEO on Page, per intercettare tutti quegli utenti che utilizzano keyword informative ( utenti che cercano la soluzione ad un problema ) quindi che cercano informazioni più dettagliate su un determinato argomento.

Molti sostengono che la scrittura SEO oriented in realtà non serve a nulla perché non si scrive per i motori di ricerca ma per le persone, sono d’accordo, non sto dicendo di scrivere per i motori di ricerca, ma secondo me ottimizzare gli articoli lato SEO significa cercare di argomentare il più possibile su una determinata cosa utilizzando gli strumenti e le tecniche che la SEO ci mette a disposizione per rispondere con la maggior cura possibile a tutte quelle domande o richieste che il nostro pubblico di riferimento fa ai motori di ricerca.

Analisi SEO per gli articoli

La prima fase di ogni progetto SEO, sia che si voglia ottimizzare le pagine del sito, sia che si voglia ottimizzare gli articoli del blog è l’ ANALISI SEO delle keyword da utilizzare. Le keyword da utilizzare per ottimizzare un articolo di un blog sono chiaramente quelle informative, ovvero che cercano la soluzione ad un problema ( es. come scrivere un articolo ottimizzato SEO ) e utilizzare parole chiave commerciali per cercare di posizionare un articolo è un errore da non commettere, le keyword commerciali vanno inserite nelle pagina del sito web ( es. Consulenza SEO ) chiaramente l’utente cerca un professionista che possa fornirgli una consulenza SEO sul suo sito web quindi dovrà arrivare su una pagina del sito che ha l’obiettivo di convertire questo visitatore in un contatto.

Tra gli strumenti SEO che potete utilizzare per individuare queste parole chiave c’è SEOZoom che grazie alla sezione Strumenti Editoriali vi permette di trovare sia le keyword principali sull’argomento da voi scelto sia le “Keyword Search Intent” ovvero le possibili intenzioni di ricerca dei vostri potenziali utenti. Per quanto questi strumenti SEO come Semrush, SeoZoom, Ahref, Google Trends, Answer The Public, possano aiutarvi a trovare le parole chiave su cui puntare, non fanno altro che fornirvi un elenco di parole con un volume di ricerca, sarete voi poi a compiere il passo più importante in fase di analisi di queste parole chiave ovvero attribuire il giusto significato a tale ricerche, la vera intenzione di ricerca che ha spinto quell’utente e a costruire su di esse un contenuto che risponda in modo esauriente a tutti i dubbi dei vostri lettori.

I punti da seguire per avere un articolo ottimizzato SEO

Una volta individuata una parola chiave principale che esprima a pieno il contenuto del vostro articolo individuate anche un elenco di keyword correlate che utilizzerete nel testo dell’articolo per approfondire l’argomento, fatelo sempre in maniera lineare, senza forzare la mano; chiaramente per esprimere tutti gli argomenti principali del vostro blog avrete bisogno di realizzare un piano editoriale da seguire per affrontare gli argomenti in maniera approfondita e un calendario editoriale ( pubblicare un articolo in un giorno stabilito della settimana, es. ogni mercoledì ) per farlo in maniera organizzata.

Dove inserire le keyword in un articolo ?

  • TITLE della pagina, utilizzate la parola chiave principale
  • H1  E’ molto importante che l’articolo sia leggibile facilmente per il lettore, organizzate il testo utilizzando anche gli H2 – H3 per dividerlo in argomenti
  • PRIMO PARAGRAFO  possibilmente all’inizio, all’interno della prima frase inserite la keyword principale e successivamente nel testo, non in maniera casuale ma con criterio, inoltre inserite all’interno del testo dell’articolo anche le parole chiave correlate, mi raccomando senza forzare la mano.
  • META DESCRIPTION scrivete una descrizione di qualità, il testo comparirà nei risultai di Google e deve far capire all’utente che sul vostro sito troverà quello che cerca.
  • IMMAGINI  nel testo alternativo, i motori di ricerca lo usano per capire a cosa si riferisce quell’immagine, se inserite più di un’ immagine non ripetete le stesse parole chiave all’interno del testo alternativo ma inseritene sempre di diverse e legate all’argomento che trattate, inoltre prima di caricare l’immagine sul sito vi consiglio di rinominare il file dell’immagine chiamandolo come la parola chiave che scegliete.
  • PERMALINK per chi non lo sapesse è la parte di URL che sta dopo il dominio es. www.dominio/permalink
  • LINK INTERNI –  utilizzare i link interni nell’articolo per portare le persone verso articoli e risorse correlate di qualità

 

Condividi questo post

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCRIVIMI