Come fare link building con il Guest Blogging

guest blogging

Cos’è il Guest Blogging?

Il Guest Blogging è la ricerca di tutti quei siti/blog che danno la possibilità di pubblicare e ospitare (guest) articoli scritti da noi in cambio di un link verso il nostro sito web ed è senz’altro una delle migliori strategie SEO per quanto riguarda la link building basta però che i link provengano da siti web di qualità e affidabili e che si scrivano contenuti di qualità e non si pensi solo ad avere il link anche perché Google sta penalizzando quei siti che offrono poco o nessun valore per gli utenti e per questo il blog che ospita il nostro articolo ha interesse ad avere un contenuto valido in più per i suoi lettori.

Perchè usare il Guest Blogging?

  • affermare un nuovo brand o aumentarne il valore
  • aumentare il numero di backlink verso il proprio sito
  • creare nuove collaborazioni con blogger e esperti del settore
  • aumentare il traffico verso il sito

Come usare correttamente il Guest Blogging

Se si utilizza il guest blogging correttamente si avranno dei link di qualità e con un aspetto naturale. Ecco come procedere:

1. Cercate siti e blog di qualità che appartengono al vostro stesso campo di interesse o di competenza, che hanno un elevato volume di traffico e che sono ben posizionati nelle SERP ( Search Engine Results Page ) con le parole chiave correlate alla vostra attività, che meglio identificano il vostro settore e per le quali ancora non siete posizionati…

analizzateli attentamente:

  • com’è la loro struttura
  • se presentano molta pubblicità che distrae il lettore o lo disturba
  • qual’è la loro autorità di dominio
  • quali contenuti pubblicano e con che frequenza
  • quali siti web linkano
  • se sono penalizzati

 

2. Scrivete i contenuti 

Evitare contenuti troppo corti e non approfonditi, scriveteli pensando agli utenti del blog su cui state pubblicando avranno più probabilità di essere condivisi perché ritenuti interessanti. Ottimizzate gli articoli con le tecniche SEO avranno più possibilità di posizionamento nella SERP di Google per determinate parole chiave sfruttando la popolarità e l’autorità del blog che li ospita. Quindi scriveteli come se dovreste pubblicarli sul vostro blog. Oltre al contenuto inserite anche immagini o video YouTube.

 

3. Contatta i blogger

Scopri chi sono gli amministratori dei blog e invia loro un messaggio diretto utilizzando la pagina contatti o contattandoli sui loro profili social ( Facebook, Twitter, Google+, Linkedin), presentando chi sei e perché vuoi pubblicare con loro e poi proponi la tua candidatura per pubblicare articoli e post che siano a tema con il blog o in alternativa puoi proporre una collaborazione con lo “scambio articoli” ossia uno scambio di contenuti di qualità e non un semplice scambio link

E’ ancora utile lo scambio link e come bisogna farlo?

scambio linkEsistono vari tipi di scambio link per esempio il sito A link il sito B e viceversa oppure lo scambio link triangolare il sito A linka B, il sito B linka C e il sito C linka A e molto spesso questo scambio di link avviene nelle pagine ” I NOSTRI PARTNER ”

Lo scambio link è un modo semplice ed economico per costruire link verso il proprio sito web con l’obiettivo di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca ma oggi i motori di ricerca attribuiscono un peso minore a questi link poiché riconoscono tale pratica come un modo per manipolare il posizionamento del proprio sito web ma anche perché molto spesso questi link non portano nessun beneficio reale al lettore.

All’inizio di una strategia di link building può essere senz’altro utile scambiare link ma purché lo scambio avvenga con siti web che in qualche modo sono legati al vostro, cioè che sono a tema con l’argomento che trattate e che siano siti web di qualità, ma soprattutto che non ci sia un numero eccessivo di link scambiati, perché avere un blocco di link tanto per averli non serve a nulla, anzi, porta più danni che benefici, poiché questi link vi possono portare ad avere una frequenza di rimbalzo elevata e una pessima user experience.

Per questo prima di scambiare un link dovete:

  • analizzare bene i siti, ovvero se sono penalizzati, se sono costruiti bene, se possono portare un beneficio ai tuoi lettori e se sono a tema con il tuo contenuto.
  • controllare con frequenza i link che avete scambiato non siano stati modificati e che funzionino ancora, per questo ti consiglio di non esagerare con il numero di questi link poiché doverli controllare ad uno ad uno sarebbe proibitivo o ti consiglio di usare un backlink checker un tool che ti aiuterà a trovare facilmente i link interrotti.

Il consiglio che voglio darti è di basare la tua strategia di link building sui link spontanei e come ci consiglia lo stesso Google, non puntare su strutture e schemi di link “artificiali”  Come? Crea contenuti di qualità.

 

NON PROPORRE ARTICOLI NON ORIGINALI O CHE HAI INVIATO O PUBBLICATO SU ALTRI BLOG

 

Condividi questo post

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCRIVIMI